search menu flickr linkedin twitter phone angle-left angle-right angle-up angle-down file-pdf link-ext doc-inv sitemap location map calendar credit-card clock facebook-squared minus plus cancel ok instagramm download inkwell

Piazze Aperte: Come Milano ha restituito le sue piazze ai suoi abitanti

[Read in English] [Scarica il report]

Piazza Spoleto-Venini a Milano

 

Nell’ambito della collaborazione tra Agenzia Mobilità Ambiente Territorio (AMAT), Bloomberg Associates e la Global Designing Cities Initiative, la città di Milano ha sviluppato un innovativo programma di spazi pubblici denominato Piazze Aperte.

Dopo vari progetti sperimentali nel 2018 e nel 2019, in cui la città ha testato la nuova metodologia, alla fine del 2019 il Comune di Milano ha lanciato un bando intitolato “Piazze Aperte in ogni quartiere,” con l’obiettivo di individuare nuovi spazi da trasformare, ricevendo oltre 60 proposte.

A maggio 2022,  il Comune di Milano ha implementato 38 interventi di urbanistica tattica e continua a progettarne di nuovi, con un residente milanese su due a 15 minuti (800 metri) da una delle Piazze tattiche.

I risultati di questo progetto sono ora riassunti in un rapporto pubblicato dal Comune di Milano e realizzato con il supporto di Bloomberg Associates e GDCI.

 

Le 38 Piazze Aperte

 

Timeline

 

I numeri di Piazze Aperte

 

Piazze Aperte mira a valorizzare gli spazi pubblici e a trasformarli in luoghi di aggregazione, ad ampliare le aree pedonali e a promuovere forme di mobilità sostenibile a beneficio dell’ambiente e della qualità della vita in città. 

Piazze Aperte si propone di rimettere gli spazi pubblici al centro della vita della collettività e di incoraggiare le persone a sfruttare al meglio le piazze pubbliche, per far tornare le piazze a essere luoghi frequentati dai cittadini, non più solo parcheggi o aree di passaggio

Piazze Aperte si basa su nuovo modo di fare urbanistica, basato su interventi realizzati a breve termine e a basso costo, volti alla creazione di nuovi spazi pubblici.

Questo tipo di intervento è una prassi ormai consolidata da più di dieci anni in tutto il mondo. Da Barcellona, che col progetto Superillas ne ha fatto uno strumento per pedonalizzare una parte consistente della città, a New York, che così ha avviato la pedonalizzazione di Times Square da un giorno all’altro, a Parigi, che tracciando ciclabili in sola segnaletica si sta trasformando molto rapidamente in una città amica delle bici.

 

  • Via Pacini. Credit: Apicultura

 

Gli interventi di urbanistica tattica o interim interventions consentono di sperimentare un uso diverso degli spazi della città e di mettere in atto strategie a lungo termine per promuovere la vivibilità dei quartieri. 

I vantaggi di questo nuovo approccio sono legati all’impatto immediato che gli interventi hanno sui cittadini, che possono diventare essi stessi promotori di progetti innovativi e fattivi attori della trasformazione urbana.

Il carattere temporaneo consente di testare le soluzioni in maniera reversibile prima di investire tempo e risorse in una sistemazione strutturale definitiva. Soluzioni ad interim, leggere, veloci ed economiche possono anticipare benefici immediati, testare soluzioni sperimentali, aiutare a prendere le scelte più corrette e supportare il processo decisionale verso una soluzione permanente.

 

Alcuni Progetti di Piazze Aperte

 

Piazza Spoleto-Venini

  • Piazza Spoleto-Venini, Prima.

 

Piazzale di Porta Genova

  • Porta Genova, Prima.

 

Piazza Sicilia

  • Piazza Sicilia, Prima.

 

Per maggiori informazioni scarica il report di Piazze Aperte!

Clicca qui per scaricare il report

 

 

——————–

Crediti fotografici: Global Designing Cities Initiative e Bloomberg Associates se non diversamente specificato

Scritto e tradotto da Fabrizio Prati (con testi estratti dal report Piazze Aperte)

Blog design Fabrizio Prati e Annah MacKenzie

Si ringrazia: Chistie Klima, Demetrio Scopelliti, Stefano Ragazzo, il team di Bloomberg Associates, e tutte le persone coinvolte nel programma Piazze Aperte

For info about this project, please contact [email protected]
For media inquiries, please contact [email protected] 

——————–

Read more about our work in Milan:

Interim Plazas in the Land of Piazzas

Share this: